Arrivano i controlli sulla contabilizzazione in condominio


Arrivano i controlli sulla contabilizzazione in condominio

A oltre due anni dall’entrata in vigore dell’obbligo di installazione dei sistemi di misurazione e regolazione dei consumi di calore gli enti locali cominciano la fase di controllo e sanzione


Da giugno 2017 è scaduto il termine per l’installazione di sistemi di contabilizzazione del calore. La normativa, entrata in vigore a luglio 2014, prevede l’obbligo, per i condomìni con impianti di riscaldamento centralizzato, di dotarsi di contatori individuali e di sistemi di regolazione del calore.

L’adeguamento alla norma consente ai condòmini di regolare il calore secondo le proprie esigenze e di vedersi addebitati i costi degli effettivi consumi, oltre i costi fissi dovuti alla conduzione dell’impianto e manutenzione e alle dispersioni termiche.

Dopo una iniziale corsa all’adeguamento da parte dei condomìni, c’è stata una brusca frenata e al momento sono in regola, a livello nazionale, non più del 50% del totale. Questo grazie alla scarsa propensione degli enti locali al controllo della messa in regola degli impianti.

Cerchi un Amministratore: chiama il 370 331 7137 o compila la form nella pagina dedicata cliccando su questo link per richiedere un preventivo

Secondo quanto rilevato dalle associazione di categoria di produttori e installatori, gli ordini per dispositivi di contabilizzazioni e regolazione del calore sono letteralmente crollati nell’ultimo anno.

  • Quali sono le sanzioni previste

Chi non ha provveduto all’adeguamento sarà sottoposto a sanzioni pesanti varianti da 500 a 2500 euro sia per il condòmino che per il condomìnio. Ovviamente tali sanzioni avranno effetto solo nel caso di controlli.

  • Chi si occupa di verificare e sanzionare i trasgressori

A livello nazionale, come sempre, si procede in ordine sparso. Mentre regioni come l’Emilia-Romagna hanno centralizzato le verifiche, in altre zone d’Italia sono demandate alle città metropolitane o agli stessi comuni.

  • Chi svolge i controlli in Emilia-Romagna 

Le attività di verifica e controllo degli impianti di contabilizzazione e regolazione del calore nei condomini in Emilia-Romagna sono effettuate dalla società ERVET SpA (Emilia-Romagna Valorizzazione Economica Territorio) la società in house della Regione Emilia-Romagna che opera come agenzia di sviluppo territoriale a supporto della politiche regionali in conformità alla legge regionale n. 26 del 21 dicembre 2007.

Cerchi un Amministratore: chiama il 370 331 7137 o compila la form nella pagina dedicata cliccando su questo link per richiedere un preventivo

ERVET ha tra i suoi compiti quello di censire 1,8 milioni di impianti con l’ausilio del Criter (Catasto regionale impianti termici Emilia-Romagna) collegato al Sistema di accreditamento e certificazione energetica degli edifici (Sace).

Sono in partenza le verifiche e i controlli che saranno effettuati sul territorio regionale da ispettori e liberi professionisti incaricati e pagati con quanto viene raccolto dai bollini del libretto dell’impianto.

Se il vostro condòminio non si è ancora adeguato, fate pressione sull’Amministratore affinché si attivi con urgenza. Il costo delle sanzioni potrebbe pareggiare o superare quello dell’adeguamento.

Cerchi un Amministratore: chiama il 370 331 7137 o compila la form nella pagina dedicata cliccando su questo link per richiedere un preventivo